About
Us

Sottotitolo

L’attività di raccolta di archivi storici d’impresa, intensi catasi via via nel corso degli ultimi vent’anni, ha portato nel maggio del 2008 alla rma di una convenzione con la Direzione generale per gli archivi del Ministero per i beni e le attività culturali, in base alla quale la Fondazione Isec viene riconosciuta ARCHIVIO ECONOMICO TERRITORIALE come uno dei luoghi privilegiati in Lombardia per la conservazione e valorizzazione degli archivi prodotti da soggetti economici (vedi ISEC per gli archivi d’impresa).

La Fondazione Isec aderisce al progetto Archivi on line, promosso e nanziato dal Senato della Repubblica, che ha l’obiettivo di creare un unico archivio virtuale dei fondi di personalità politiche, partiti e gruppi parlamentari ove consultare sia gli inventari che i documenti digitalizzati. I quattro fondi dell’Isec inseriti nel progetto sono: Luigi Gasparotto, Giuseppe Alberganti, Piero Calef e Arialdo Ban.
Il rapporto con il Mibac si è consolidato alla ne del 2009 allorché la candidatura dell’Isec a far parte del progetto della Rete e del Portale degli archivi d’impresa è stata accolta positivamente.
La Fondazione Isec è da sempre collegata alla rete dell’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia.

La storia di ISEC

L’istituto nasce nel 1973 come Istituto milanese per la storia della Resistenza e del movimento operaio (ISRMO) e da subito si inserisce nella Rete degli Istituti storici della Resistenza e dell’età contemporanea, coordinati dall'Istituto nazionale Ferruccio Parri.
Da oltre quarant’anni ISEC salva, conserva, riordina un'imponente documentazione archivistica e libraria per metterla a disposizione della comunità scientifica e della cittadinanza.
Nel 1987 si trasferisce nella sede di Largo La Marmora e nel 2002 si trasforma in Fondazione ISEC-Istituto per la storia dell'età contemporanea, anche per sancire l'ampliamento del patrimonio dagli iniziali fondi resistenziali agli archivi di movimenti politici e sindacali, partiti, aziende industriali.
Nel 2008 il Mibact-Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo conferisce il riconoscimento di Archivio economico territoriale, uno dei luoghi privilegiati in Lombardia per la conservazione e valorizzazione degli archivi prodotti da soggetti economici.

La sede: Villa Mylius

La Fondazione ISEC ha sede in due edifici che si affacciano su Largo La Marmora, a Sesto San Giovanni. Il primo edificio fu costruito nel 1937 nello stile architettonico razionalista allora dominante. Il secondo è la villa tardo settecentesca di uno dei primi filandieri lombardi, Enrico Mylius, e fino agli anni settanta del secolo scorso ha ospitato gli uffici dell'amministrazione comunale.
Nella Villa Mylius, oltre agli uffici della Fondazione, si trovano

  • la sala studio per la consultazione del patrimonio è aperta anche allo studio libero, con postazioni attrezzate e wifi (orari di apertura da lunedì a giovedì: 9.30-13.00 e 14-17.30; venerdì: 9.30-13.00)
  • la sala conferenze con circa 80 posti, wifi, videoproiettore e impianto audio
  • la sala seminari con circa 20 posti
  • alcune salette per esposizioni temporanee e coworking
    Nel primo edificio hanno sede i depositi dell'archivio e della biblioteca.

Organi

Presidente

  • Gianni Cervetti

Consiglio di amministrazione

  • Giovanni Bianchi †
  • Antonio Calabrò
  • Gianni Cervetti
  • Piergaetano Marchetti
  • Alberto Martinelli
  • Alessandro Pollio Salimbeni
  • Carlo Tognoli

Consiglio generale

  • Enrica Asquer
  • Barbara Bertini
  • Ivano Granata
  • Romano Guerinoni
  • Gianfranco De Marchi
  • Maria Alessia Magistroni
  • Celestino Pedrazzini
  • Riccardo Pellegatta
  • Luigi Trezzi
  • Alessandro Vitale

Collegio dei revisori dei conti

  • Luca Novarese
  • Sarina Scuto
  • Ugo Zanello

Comitato scientifico

  • Giuseppe Berta
  • Luigi Borgomaneri
  • Matteo Bolocan
  • Valentina Fava
  • Mimmo Franzinelli
  • Luigi Ganapini
  • Roberta Garruccio
  • Uliano Lucas
  • Stefano Musso
  • Giovanni Scirocco
  • Mariamargherita Scotti

Statuto

«È costituita la Fondazione Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea (ISEC) – ONLUS.
La sede legale è in Sesto San Giovanni (Mi) Largo La Marmora, n.17. La Fondazione, nell’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale, promuove lo studio e la conoscenza della storia sociale, politica, economica e culturale dell’Italia contemporanea, con particolare riferimento alle vicende delle imprese, del lavoro, delle lotte politiche e sociali. La Fondazione ispira la propria attività ai valori e agli ideali di democrazia, libertà e pluralismo espressi dalla lotta di liberazione e contenuti nella Costituzione repubblicana».

Staff

Annual Report

Presentiamo le relazioni annuali sull'attività svolta dalla Fondazione

Partner e sostenitori

ISEC è socio dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri-Rete degli Istituti storici della Resistenza e dell’età contemporanea

Sostengono l’attività della Fondazione:

Alcuni progetti sono realizzati con il contributo di:

Network e collegamenti

Oltre che con la rete degli istituti di storia della Resistenza (www.italia-resistenza.it), ISEC collabora con istituzioni e network europei e nazionali quali

ISEC ha collaborazioni e convenzioni con:

La Fondazione partecipa a progetti metropolitani e nazionali quali

Bilanci

Pubblichiamo in questa sezione l'ultimo bilancio approvato.