ISEC organizza e produce mostre per valorizzare il proprio patrimonio culturale e collabora con altre istituzioni per la promozione di esposizioni per la divulgazione storica.
In queste pagine potete trovare una sintetica rassegna delle mostre prodotte da ISEC.

Fogli di libertà. Stampa e Resistenza 1943-1945

La mostra è stata allestita presso Villa Mylius dal 21 aprile al 15 maggio 2015 ed è stata realizzata grazie al patrocinio di Comune di Sesto San Giovanni, Fondazione Cariplo, Regione Lombardia.
In occasione del 70° della Resistenza Fondazione ISEC ha voluto ricordare l’importanza del fenomeno della stampa clandestina per la diffusione dei valori di libertà e democrazia mettendo in mostra una ricca selezione dei giornali pubblicati dal 1943 al 1945 dalle diverse forze politiche antifasciste.
La collezione è conservata in Fondazione, è stata restaurata e digitalizzata ed è consultabile sul nostro sito nella sezione “Stampa e Resistenza”: si tratta di 84 testate prodotte principalmente tra il 1943 e il 1945 da organizzazioni antifasciste e da brigate partigiane, spesso con una periodicità molto discontinua. Le testate sono organizzate in uno schedario alfabetico e di ognuna vengono caricati tutti i numeri disponibili.

Il pasto dell’operaio, anni 1950, Fondazione ISEC, fondo Odoardo Fontanella.

Pausa pranzo. Cibo e lavoro nell’Italia delle fabbriche

La mostra è stata allestita presso Villa Mylius dal 23 ottobre al 22 novembre 2015, grazie al patrocinio di Comune di Sesto San Giovanni, Fondazione Cariplo e Università per Expo 2015.
Attraverso una scelta di immagini tratte da numerosi archivi di impresa e del lavoro, la mostra illustra un aspetto poco indagato della vita quotidiana di milioni di lavoratori: il momento del pranzo. È una storia dalle molte sfaccettature che investe ambiti diversi e che nel suo dipanarsi mostra come nel corso del Novecento, in parallelo alla industrializzazione del paese e alla diffusione di forme di produzione di massa, siano cambiati i modi di consumare il cibo e di prepararlo, in un processo che da individuale diventa collettivo, per tornare oggi a essere sempre più spesso individuale.
Le fotografie e i documenti esposti in mostra, oltre che da Fondazione ISEC, sono stati generosamente messi a disposizione da:
• Archivio Cameraphoto Epoche, Venezia
• Archivio Cartiere Miliani - Fondazione G. Fedrigoni ISTOCARTA, Fabriano
• Archivio del Lavoro, Milano
• Archivio fotografico della Camera del Lavoro di Treviso a cura dello Spi-Cgil
• Archivio storico Barilla, Parma
• Archivio storico Birra Peroni, Roma
• Archivio storico Enel, Napoli
• Archivio storico Eni, Roma
• Archivio storico fotografico Aem, Milano
• Archivio storico Martini & Rossi, Pessione
• Archivio storico Piaggio, Pontedera
• Archivio storico Same, Treviglio
• Archivio Uliano Lucas, Saronno
• ASCAL Archivio storico Crespi d’Adda - Legler, in copia presso Associazione Crespi d’Adda
• Associazione Gruppo anziani Italtel, Milano
• Biblioteca “Di Vittorio” Cgil, Bergamo
• Centro documentazione Alfa Romeo, Arese
• Centro per la cultura d’impresa, Milano
• Centro storico Fiat, Torino
• Comune di Venezia, Direzione attività culturali e turismo, Settore servizi bibliotecari e Archivio della comunicazione, Venezia
• DocBi. Centro studi biellesi, Biella
• Fondazione Ansaldo, Genova
• Fondazione Dalmine, Dalmine
• Fondazione Pirelli, Milano
• Fondazione Vera Nocentini, Torino